mercoledì 6 febbraio 2013

PUNTI DI VISTA

SNAG, SINAGI e USIAGI hanno proclamato lo sciopero delle edicole per il 24, 25 e 26 febbraio 2013 al fine di richiamare l'attenzione sullo stato di profonda crisi in cui versa la categoria.
La FENAGI, che in data 31 gennaio 2013 aveva evidenziato sul suo sito la necessità di una manifestazione unitaria della categoria valutando positivamente la proposta di organizzare "una forte iniziativa unitaria", a distanza di qualche giorno cambia completamente idea e "pur riconoscendo la necessità di una azione di forte visibilità della categoria al fine di far emergere lo stato di crisi del settore, trova sbagliato e controproducente chiamare alla chiusura le edicole proprio nei giorni nei quali si svolgono le elezioni politiche".
Punti di vista. D'altra parte non dimentichiamo che la FENAGI ha anche firmato per gli abbonamenti al 10 per cento, per cui nessuna meraviglia.
Forse pensano che la "visibilità" della categoria possa essere maggiore proclamando uno sciopero in occasione della fine del campionato di calcio. Ovviamente non quello della serie A per non "mettere in gioco il profilo di pubblica utilità della rete di vendita".

1 commento:

  1. Noto che eri a conoscenza dello sciopero ;-)
    Carlo

    RispondiElimina